Dove mangiare e degustare vicino alle terme di Diocleziano

La Taverna Flavia

Dalla metà degli anni Cinquanta, Mimmo fa della ‘Taverna Flavia’, ancora governata dal padre Berardino, il luogo parallelo a Via Veneto, una specie di vetrina – anche anticamera o retrobottega– dello star systemche aveva reso Roma, con Cinecittà, la Hollywood sul Tevere. Erano gli anni della Dolce Vita, spensierati e spreconi, con tanta voglia di consumare una o più 
esistenze al limite della trasgressione e della futilità, sempre alla ricerca di eventi spettacolari e facili successi: nel Sessanta Fellini ne farà una lucida e impietosa analisi, una critica radicale.
Di quel mondo Mimmo è uno dei poli, nella volontà – nel “delirio” – di essere sempre presente, anzi di aver presente alla Taverna Flavia tutto quel variegato popolo di artisti e personalità del cinema, con il necessario corteggio di guardie del corpo, segretarie, press agent, fotografi.
​PRENOTA ORA
 

La Pasticceria Dagnino

Storica pasticceria palermitana che negli anni cinquanta inaugura i suoi favolosi locali anche nella capitale portando con se una tradizione dolciaria che trova i suoi punti di forza nell'eccellente qualità delle materie prime, nella magistrale professionalità, nel confezionamento dei prodotti sempre freschi e fragranti ma soprattutto nelle antiche ricette siciliane.
ASSAGGIA